Strategie di trading

Questo articolo non vuole fare da scuola ad una o ad un insieme di strategie ben definite, ma fornire un insieme di accorgimenti che possono aiutare nel crearsi una propria strategia o stile di trading.

Come già detto in precedenza questa attività è peculiare di rischio e non vi sono certezze, inoltre la parte emotiva gioca una forte componente.

L’analisi tecnica viene sicuramente in aiuto per poter interpretare al meglio le dinamiche dei mercati. Tuttavia vi sono accorgimenti che è bene rispolverare a prescindere dal livello di competenze in cui ci si trova.

GAP

Un gap nel trading è uno spazio morto tra il punto di apertura e il punto di chiusura in un dato tempo ossia tra due candele.

I gap sono solitamente causati da eventi importanti che influenzano il mercato a tal punto da creare forti sconnessioni e sbalzi di volatilità quindi di prezzi.

Solitamente in gap avvengono in concomitanza a eventi socio-politici, politico-economici e/o eventi governativi importanti, si trovano pertanto maggiormente sulle valute e negli indici azionari nazionali, oppure sugli indici delle grandi aziende quotate in borsa.

Tecnicamente esistono 4 tipi di gap anche se è possibile semplificare tra gap di tipo comune, di inversione o continuità.

I gap vengono quasi sempre chiusi pertanto un accorgimento utile può essere quello di aspettarsi un rientro nella direzione di partenza.

Questo potrebbe valere per un trade di breve speculazione molto gradito agli scalpisti (scalping) oppure per capire quale direzione prenderà il mercato dopo la chiusura dello stesso.

CACCIA ALLO STOP LOSS

Come è noto il mondo della finanza ed in particolare il trading è mosso da big di mercato in grado di spostare miliardi ogni giorno. Pertanto quando vi sono enormi capitali in movimento le “battaglie” si fanno sempre più agguerrite.

Tralasciando il discorso “politico” di questo argomento e restando invece sul concettuale dal punto di vista tecnico, è bene sapere che si vengono a creare situazioni graficamente anomale.

Pertanto occorre fare attenzione, specialmente su posizioni altamente speculative o azzardate in quanto in presenza di forti volumi accompagnati a momenti di indecisione e pausa in quanto una posizione, seppur presa nella direzione giusta può produrre perdite.

SCALPING vs INVESTIMENTO

Le modalità di operare nei mercati sono parecchie aventi differenti tecniche e risvolti. Ovviamente in questo articolo voglio sottolineare maggiormente il tipo di approccio piuttosto della differenza tecnica delle sopracitate definizioni.

Per essere più chiaro e conciso darò una metrica generale dove per

· scalping si racchiudono tutte quelle operazioni che vanno dallo scalping puro a normali intraday con grafici dai 5 minuti alle 4 ore

· investimento tutte quelle operazioni in linea di medio-lungo termine utilizzando grafici dal daily in poi

Il punto cardine sta nell’interpretazione dei grafici mediante l’analisi tecnica e nella peculiarità di ogni strumento.

Se prendiamo le valute è sicuramente possibile approcciarsi su qualsiasi modalità di trading, in quanto godono di molta liquidità giornaliera ed eventi politico economici in grado di fornire grandi onde da cavalcare.

Se prendiamo le commodity o indici borsistici sarà più plausibile un approccio di tipo conservativo anziché un modello meramente speculativo.

Da tenere presente che candele, pattern e indicatori sono estremamente suscettibili rispetto all’arco temporale impostato sul grafico, pertanto è bene ricordare che più l’arco temporale sarà ristretto e meno affidabilità avranno gli elementi di analisi.

TRADING PRUDENZIALE

Un modello di trading prudenziale basato sull’analisi delle figure prevede disciplina e autocontrollo, ma sopratutto attenzione.

Nell’immagine sopra si hanno classici segnali di inversione formati da un pattern candlestick tipico e da un triangolo.

Un ingresso di tipo prudenziale speculativo può benissimo essere composto da un ordine alla rottura a ribasso con target parziale calcolato nella lunghezza della base del triangolo per poi attendere il primo ritracciamento su cui spostare lo stop-loss.

In questo tipo di ingresso si hanno due elementi

1. speculativo ossia si prende profitto velocemente dalla rottura della figura

2. nel caso in cui dopo la ripida discesa vi fosse stato un rialzo repentino, si avrebbe chiuso l’operazione in pari ugualmente in quanto il primo profitto preso va a coprire l’eventuale perdita subita